Il porto di Peschici: punto di approdo nella storia

Il porto di Peschici è protetto a est e a ovest da due moli banchinati ed è frequentato prevalentemente da pescherecci e traghetti per le isole Tremiti.

Il porticciolo è un luogo pittoresco e suggestivo, che ancora oggi lascia immaginare i traffici commerciali e le attività che si svolgevano in questo luogo secoli fa.

 

Come arrivare da Peschici alle isole Tremiti

Dal porto di Peschici partono ogni giorno, da giugno a settembre, traghetti per il porto di San Nicola. I collegamenti marittimi sono gestiti dalla compagnia Gruppo Armatori Garganici, tramite catamarano e motonave veloce. Le tariffe sono di circa 18 euro solo andata per gli adulti e di circa 10 euro per i bambini, con sconti riservati ai gruppi.

 

Sono previste almeno due corse al giorno, dalle nove del mattino, e la traversata dura circa 1 ora e trenta minuti. Su questi mezzi non si possono imbarcare auto, ma soltanto passeggeri. Sono disponibili parcheggi a pagamento con tariffa oraria nei pressi del porto di Peschici.

 

Come arrivare al porto di Peschici

Se si raggiunge il porto di Peschici in auto il casello di Poggio Imperiale è l’accesso principale per il Gargano se si proviene dal Nord Italia e dunque dalla A14. Al contrario, se si giunge dal Sud Italia, utilizzando la A16, dovete uscire a Candela e imboccare la A14 in direzione Pescara per poi uscire definitivamente al casello di Poggio imperiale.

Da qualsiasi direzione si giunge nel Gargano bisogna proseguire necessariamente sulla SS 89 e seguire in direzione di Peschici.

 

Peschici oggi

Oggi il porto di Peschici è diventato un bellissimo e caratteristico porticciolo turistico, dove fare una passeggiata al tramonto. In occasione della festa della Madonnina del Mare, che ha luogo a Peschici l’ultima domenica di Maggio, il porto si anima magicamente con una processione di barche lungo tutto il litorale. Al rientro delle barche in porto, iniziano i festeggiamenti con i fuochi d’artificio.