Il segreto dei nuovi fossili marini ritrovati alle Tremiti

La ricchezza dell’arcipelago delle isole Tremiti non finisce di stupire, è di qualche settimana fa la notizia del ritrovamento sull’isola di San Nicola e in località Pagliai a San Domino di numerosi reperti fossili databili a circa 30 milioni di anni fa e riconducibili probabilmente a un ambiente marino.

La sensazionale scoperta è stata possibile grazie agli studi periodici effettuati dal Dipartimento di Ingegneria e Geologia dell’Università degli Studi di Chieti – Pescara.

Una scoperta incredibile:

 

Curiosità sulla geologia delle Tremiti

Le isole delle Tremiti sono composte da roccia perlopiù sedimentaria facente parte di una Piattaforma Apula o “Avampaese Apulo” formatasi  nel corso dell’orogenesi appenninica nel periodo che va dal Miocene al Pleistocene. Formazioni tipiche che attestano tali mutamenti geologici sono le meravigliose falesie a picco sul mare oggi casa di numerose colonie di uccelli.

L’isola di San Domino presenta le rocce più antiche di tutto l’arcipelago ed è proprio qui che sono stati portati alla luce recentemente quasi per caso gli antichi fossili marini come coralli, conchiglie, alghe, molluschi e crostacei preistorici. Tra i fossili maggiormente reperiti ci sono anche i denti di squalo tra cui anche quelli del Parotodus benedeni o falso Mako i cui fossili sono invece molto difficili da trovare ovunque nel mondo.

 

Alla scoperta della nascita delle Tremiti

Gli appassionati di storia e geologia potranno ammirare i nuovi siti dove sono stati effettuati gli ultimi ritrovamenti di fossili sull’Isola di San Nicola e di San Domino partecipando a uno dei percorsi turistici proposti all’interno del programma “GEOpuzzle”.

 

Altre formazioni sedimentarie di interesse geologico che raccontano la storia della nascita delle Tremiti, queste sono:

  • Formazione del Blue Marino;
  • Formazione di Caprara;
  • Formazione di San Domino;
  • Formazione di San Nicola;
  • Formazione del Cretaccio.

 

Un mare di avventure aspettano coloro che desiderano visitare queste isole preferibilmente in autunno o in primavera quando l’affluenza dei turisti è minore e si può godere di maggiore pace e tranquillità.

Confronta le migliori tariffe dei traghetti per le Tremiti e preparati a partire alla scoperta.

 

Photo Credits:

Foto di Wolfgang Eckert da Pixabay

Articoli correlati

4 Aprile 2024

News & Info

Camping alle isole Tremiti: come organizzarsi

4 Marzo 2024

News & Info

Isole Tremiti: Come muoversi facilmente all’interno dell’Arcipelago

20 Febbraio 2024

News & Info

Arrivare alle isole Tremiti in traghetto: i maggiori porti d’imbarco

Prenota online il traghetto per le Isole Tremiti, scegli TraghettiPer e risparmia

Metodi di pagamento
Certificazioni