Isola di Capraia, Tremiti: grotte, mare, vacanze

isola-caprara

Il meglio delle isole Tremiti si scopre con un’escursione in barca. L’isola di Capraia, piccola e disabitata, è una tappa d’obbligo che permettere di entrare in contatto con ecosistemi unici e incontaminati tra grotte marine, fondali cristallini e calette selvagge. L’isola inoltre prende il suo nome da una capra selvatica presente in questa zona.

L’entroterra dell’isola è costituito da un paesaggio aspro. Non ci sono abitazioni, né strade. È come ritrovarsi in aperta campagna immersi nella natura. Il litorale invece si presenta ricco di bellezze dal fascino unico. L’acqua cristallina e azzurra si riflette sulla scogliera e crea giochi di luce incantevoli.

Ecco una lista di luoghi da esplorare lungo la costa:

  • Statua di Padre Pio: un’opera d’arte realizzata da Domenico Norcia alta circa 3 mesi e con un peso di circa 12 tonnellate. È stata posizionata sul fondale dell’isola di Capraia a circa dieci metri di profondità nella zona di Punta Secca a poca distanza dal faro.
  • Architiello: la sua forma particolare, simile al collo di un’oca, ha resto questo arco un punto d’interesse per chi approda nell’arcipelago delle isole Tremiti. Le rocce in questa zona formano una piccola insenatura appartata che racchiude il mare in uno specchio d’acqua simile ad un lago.
  • Grotta Turchese: ci si arriva in barca e una volta all’interno i riflessi dei raggi del sole nell’acqua regalano alla grotta sfumature di colore turchese sulle pareti.
  • Cala dei Turchi: un’insenatura rocciosa molto ampia a nord dell’isola dove un tempo trovavano riparo i galeoni dei pirati per sfuggire alle tempeste. Un vero paradiso dove l’acqua è cristallina e il fondale sabbioso e incontaminato.
  • Cala Sorrentino: anche conosciuta come grotta dell’amore per la particolare atmosfera che si respira al suo interno. Un angolo di paradiso autentico nell’isola di Capraia dove concedersi una bella nuotata.
Articoli correlati