Diving alle Tremiti: comincia l’immersione alla secca di Punta Secca

immersione Punta Secca Tremiti

È una delle immersioni più belle che si possano fare alle Tremiti. La secca di Punta Secca si trova poco al largo della costa orientale di Capraia. Una volta arrivati sul punto con un’imbarcazione, comincia l’immersione. Che si divide in due parti: gli archi e le gorgonie.

 

Gli archi

Da molti esperti e riviste di settore, questa è considerata una delle immersioni migliori di tutto il Mediterraneo, sia per la varietà del fondale, sia per la ricchezza e i colori della vita sottomarina. Le correnti sono sempre molto forti e si raggiunge la significativa profondità di 55 metri.

La parte superiore (o “cappello”) della secca si trova a sei metri di profondità. Da qui comincia la discesa lungo una ripida parete che, dopo i trenta metri, si colora di gorgonia rossa e gialla. A 52 metri di profondità s’incontra una rara quanto spettacolare colonia di corallo nero.

A questo punto è possibile vedere due archi di pietra, il primo abbastanza piccolo, il secondo molto grande. Durante tutta l’immersione, in discesa e in risalita, si scorgono palamite, tonni, ricciole, cernie, corvine, murene e aragoste.

 

Le gorgonie

Il punto di ormeggio della barca resta lo stesso. Cominciata la discesa, ci si ferma intorno ai 35 metri circa di profondità. Qui c’è una parte della secca che viene chiamata “Giardino delle gorgonie”: un’autentica esplosione di colori. Anche in questo caso, durante l’immersione si possono scorgere palamite, tonni, ricciole, cernie, corvine, murene e aragoste.

 

Entrambe le immersioni sono molto impegnative, quindi bisogna essere dei diver esperti e non dimenticare mai le norme dettate dalla prudenza.

 

Video

Fonte immagine: Flickr.com/photos/shutterdreams

Articoli correlati